Realtà virtuale e anziani: binomio vincente

Realtà virtuale e anziani un binomio sempre più vincente. Le nuove tecnologie sempre più al servizio degli anziani grazie ad un progetto di laurea di Sara Lobasso, studentessa iscritta al corso di Scienze dell’Educazione dell’Università Milano-Bicocca. In particolare, tramite l’utilizzo di alcuni visori per la realtà virtuale, gli ospiti del nostro Centro Diurno Integrato hanno avuto l’opportunità di:

  • visitare musei
  • effettuare gite
  • visitare luoghi lontani
  • assistere a spettacoli teatrali
  • partecipare a balli di gruppo

Obiettivo dell’esperimento è stato quello di stimolare e migliorare la qualità della vita di chi deve fare i conti con gli acciacchi dell’età.

Virtual Reality per 40 ospiti

L’iniziativa è stata possibile anche grazie alla collaborazione del docente di Educazione Mediale dell’Università Milano-Bicocca Andrea Garavaglia. La sua collaborazione con il nostro Centro Diurno Integrato, insieme all’ausilio di visori della realtà virtuale, ha permesso a più di 40 anziani, per otto ore alla settimana, di rilassarsi e godere di momenti stimolanti.

L’aiuto di 33MnT Italy

Gli strumenti sono stati forniti gratuitamente da 33MnT Italy. Sergio Azzi, general manager, ha commentato con orgoglio la collaborazione al progetto: “Migliorare la vita di chi può trarne il massimo vantaggio”.

Realtà virtuale e anziani

Nuove applicazioni nel welfare

Non solo realtà virtuale e anziani. Coinvolti nel progetto sono stati anche gli operatori che hanno accompagnato i pazienti tramite l’ausilio di un Tablet. Guidare il viaggio virtuale, monitorare le immagini trasmesse e permettere un’interazione diretta con il paziente, così facendo è stata resa possibile la condivisione di esperienze, emozioni e sensazioni. I risultati ottenuti permetteranno uno studio approfondito destinato a fare da apripista per nuove applicazioni nel settore.

fonte: https://www.openinnovation.regione.lombardia.it/it/b/572/legitedeisognideglianzianirealizzategraziearealtvirtualeevisori-d

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *